Governo Prodi: Giorgio Napolitano è il nuovo Presidente della Repubblica e si avvicina l'ufficializzazione di Romano Prodi

Malgrado le schede bianche della Cdl, l'Italia ha un nuovo Capo di Stato nella persona di Giorgio Napolitano. Passo importante che avvicina l'ufficializzazione di Romano Prodi quale Presidente del Consiglio e, conseguentemente, l'insediamento del nuovo Governo.

Fino a quando l'insediamento del Governo Prodi non sarà ufficiale, è difficile affrontare tematiche inerenti le prospettive per le PMI disegnate dagli scenari illustrati dal Libro Giallo... o immaginabili secondo quanto riportato su carta. Ho accennato a qualcosa nell'Intruder del 4 Maggio 2006, limitandomi a riportare uno dei "piccoli passi" di avvicinamento: Bankitalia, Prodi discute con Draghi situazione economia. Oggi, finalmente, è stato compiuto un "grande passo" con la scelta di Giorgio Napolitano quale Presidente della Repubblica. "Il presidente di tutti" - come afferma Romano Prodi - è stato eletto al quarto scrutinio con 543 voti a favore, malgrado il "veto bianco" della Cdl. Pur augurando "buon lavoro" al neo-presidente e "auspicando che intenda svolgere il ruolo che la Costituzione gli assegna con vera imparzialità" (fonte: Reuters) Silvio Berlusconi lamenta l'insofferenza del Centro Destra nei confronti di uno scenario che, solo due mesi fa, era uno dei "gridi di allerta" contro la prospettiva del Centro Sinistra al governo. "Ribadiamo con convinzione le ragioni che ci hanno portato a non condividere un metodo di parte che ha come conseguenza l'esclusione di metà del Paese dalle più alte istituzioni dello Stato" - riporta Reuters in due occasioni, qui e qui, l'affermazione più forte del Presidente del Consiglio dimissionario.

Finalmente:

Che faccia parte o meno di quella metà del Paese che si sente esclusa, non posso che ripetere e ripetere "finalmente". Finalmente! perché ci si avvicina all'insediamento del nuovo Governo che ci permetterà di valutare dai fatti le strategie più o meno convincenti, più o meno buone, proposte nel Libro Giallo. Finalmente! perché fino a quando il Governo Prodi non s'insedia l'Italia è come una nave a vela senza remi in un oceano stagnante in cui non aleggia un solo soffio di vento. Che sia un vento di levante o di ponente, a questo punto, fa ben poca differenza. L'importante è ricominciare a remare e stabilire se la nuova rotta è migliore di quella vecchia, se si punterà verso l'enesima isola dell'arcipelago "stagnazione" o verso il continente (resta da stabilire quale "continente"). Finalmente!, perché sapremo se il nuovo Governo è solo una chimera temporanea o avrà le capacità di reggere il primo anno di mandato, di fronte ad un'Opposizione che ancora si sente tutto fuorché Opposizione. Finalmente!, perché a breve, speriamo, finirà questo periodo di teorizzazioni e analisi di questa o quella parte del programma, per la massa (incluso me) sterili. I fatti, ho bisogno di fatti. Di vedere all'opera il programma. Di vedere se le paure del Centro Destra sono reali. Per vedere se le promesse del Centro Sinistra verranno mantenute. Per vedere, capire e, nel mio piccolo, per dire la mia. Semplicemente.