e-business all'italiana: le solite varianti sul tema

Piccole e medie imprese da coinvolgere in esperienze IT. In che modo? E' davvero così allettante l'IT per aziende strutturate su modelli di business che sostengono investimenti tecnologici solo a fronte di forti ritorni a breve e medio termine e che non sono in grado di supportare o di considerare il trittico formazione/adeguamento/rinnovamento delle risorse necessarie per far funzionare nuovi modelli?

Posta così la domanda potrebbe suonare banale o vuota ad orecchie esperte. Eppure sono queste le domande "banali" che un Cliente fortemente motivato ad investire in ICT ti pone, prima o poi, durante quel primo incontro "orientativo" da cui dipende il futuro di un'idea, di un'intenzione e di un lavoro.

Cristallizzazione del sistema, case history e domande a tema

Sei in presenza di un Cliente abituato a gestire e a pensare su modelli aziendali divenuti "tradizione", ma disposto a valutare un cambio di rotta, convinto che sia necessario e ineluttabile in una società altamente tecnologica fatta di scambi veloci, istantanei, continuament dinamica e cangiante. C'è internet, c'è il wireless... nessuno dei due se sei in una delle zone ancora fortemente digital divide, c'è la posta elettronica certificata, c'è la privacy e c'è la comunicazione istantanea via Skype e piattaforme simili. Ci sono le video conferenze, le chat, ma c'è ancora il buon vecchio telefono e il fax fedele. C'è una tecnologia che ti calza addosso come un abito tagliato su misura, fatta apposta per facilitare il relazionamento e la comunicazione. Di tutto questo il Cliente ne ha preso atto, convinto della forza di un sisema che ti taglia fuori se non sei sufficientemente ITevoluto. Se poi il Cliente si sposta spesso, ha più uffici in diverse zone d'Italia, o d'Europa, o del Mondo, beh allora potrebbe nascere l'esigenza di ottimizzare risorse umane e tecnologiche per garantire prestazioni in grado di soddisfare il lavoro quotidiano. Condivisione d'informazioni on-line, uffici virtuali, interazione tra database on-line e off-line. Gestione del portfolio via web, aree riservate, customer service e call center. Ok. Fin qui il Cliente ti segue. C'è bisogno di un piano business che sia in grado di accompagnare la "muta della filiera aziendale". Ci sono nuove priorità da prendere in considerazione. Alcune delle vecchie semplicemente scompariranno, altre si adegueranno al nuovo modello di business necessario per la trasformazione IT di uno o più settori della filiera... e da qui inizia a seguirti sempre meno.

Manager mediterraneo e filiere aziendali

Cambiamenti, priorità, riorganizzazione, piano business... azz! Soldi. Quanti soldi mi servono per diventare fidelITzzato? Sono una piccola impresa a conduzione familiare... sono una piccola impresa con grandi prospettive, sono una media azienda che se la gode con quello che già guadagna... no, ho bisogno di dare slancio alla mia attività perché se continua così si atrofizza e rischia di crollare sulle sue stesse fondamenta... ma... soldi? Quanti soldi? Formazione delle risorse? Ci sono finanziamenti dalla regione? E' un rischio... e poi... si mi piace l'immagine che date dell'azienda... il piano non è male... ne parlo con gli altri... parliamone... cambiamo qui, cambiamo là... qui i tempi sono troppo lunghi... qui mi richiedi un investimento che ritengo sopravvalutato... ok, ho approvato il progetto, ma preferirei modificare questa parte... no, no, capisco bene che ci sono delle strategie che non possono essere declinate, ma qui vorrei che si seguisse questa strada piuttosto che... Come? Perché dovrei avere problemi ad inviare una e-mail commerciale ad un potenziale cliente? E tutti quei volantini nella mia cassetta delle lettere? Ma dai... intanto nessuno si è mai storto per aver ricevuto una e-mail indesiderata... poi non gliela mando più... In America hanno davvero perseguito penalmente... ma scherzi? Quelli sono americani! Si, ok, ne parlo con il mio avvocato. No, non ne sà nulla di diritto informatico, ma può avere la consulenza di un esperto... non lo sò se è avvocato. Senti, io intanto ho iniziato a promuovere un pò di cose in questo modo... lo sò che dovevano essere inserite in un contesto strategico preciso ma ho un amico che lavora in quell'agenzia che... Riguardo al pagamento, sei possiamo fare... E i risultati? Che vuol dire che siamo partiti da poco più di una settimana? Quella parte del progetto doveva essere consegnata due settimane fa... ti ho fatto delle richieste di modifica di questo gruppo di sezioni durante i lavori e allora? Siamo in ritardo!... Ottimo, va alla grande, ma questa cosa non funziona come dovrebbe. Certo che non ho una persona in grado di gestirla, potete supportarmi?

Per quanta buona volontà ci mettano, le piccole imprese italiane (e diverse medie che ancora sono restie all'IT o di IT si sono bruciate e non ne vogliono più sentir parlare) non sono supportate da un'adeguata formazione culturale che le renda consapevoli del fatto che a nuove risorse e nuove priorità corrispondano comunque nuovi valori e nuovi parametri d'investimento. Una parziale, se non completa, rivisitazione della filiera aziendale su cui si basa il business dell'impresa è requisito fondamentale perché un qualsiasi progetto IT possa tanto raggiungere gli obiettivi previsti che avere quella flessibilità necessaria per rispondere dinamicamente adun Mercato cangiante e mutevole caratterizzato dalla mancanza di quei "riferimenti fissi e immutabili" tanto cari al manager mediterraneo. Alcuni riferimenti sono tanto semplici da poter essere riassunti in frasi d'uso comune come "la politica della mia azienda è...", "la mia azienda vuole...", "la mia azienda ha l'ultima parola..." che in contesti generici sarebbero legittime, qui diventano un'arma a doppio taglio in grado di offendere sistemi manageriali che per cultura non possono accettare pianificazioni che pongano all'ordine del giorno la "condivisione della leadership".

C'era una volta un marketing che...

I video si riferiscono al Markimonio dell'8 Marzo, un punto di partenza e uno stimolo a valutare criticamente quanto fatto finora e quanto ancora c'è da fare perché si possa parlare di un "markimonio felice e duraturo nel tempo" e mandare alle "stampe" una versione più stimolante dell' "e-business all'italiana".