Report Il Celluvale: iPad 2 e vendita dell' usato dei Brand Osservatorio

A distanza di pochi giorni dal lancio dell' Apple iPad 2, confermato l'appeal del brand della mela verso i cultori del tablet per eccellenza. Il Mercato dell' Usato racconta con i numeri l'history dei brand più noti in area mobile e traccia il percorso degli appassionati e amanti della tecnologia Apple.

Il Celluvale ricopre un ruolo privilegiato nel Mercato italiano dei Cellulari e della tecnologia mobile in generale. Leader italiano nell'acquisto e nella rigenerazione di cellulari usati, malfunzionanti o rotti, possiamo fare riferimento a casistiche dettagliate sull'andamento dei marchi e dei singoli modelli nel Mercato dell' Usato e da questi dati estrapolare informazioni sottese a ben precise prospettive e query d'analisi. Qui abbiamo scelto come query d'analisi quella relativa al pre-lancio dell' iPad 2 in Italia. La nostra forbice di ricerca ha inizio il 30 Gennaio 2011 e copre tutto il mese di Febbraio per arrivare al 25 Marzo 2011. I micro periodi considerati sono settimanali (7 giorni). I marchi presi in considerazione oltre ad Apple sono Blackberry, LG, HTC, Motorola, Nokia, Samsung, Sony Ericsson. Abbiamo scelto questi marchi perché ognuno di essi è Brand Osservatorio (B.O.) di un segmento del settore che è scenario della query scelta.


  • Apple: i punti di forza di questo brand sono un sistema operativo proprietario che non ha rivali per le utenze private e una vasta community che sviluppa le applicazioni per il sistema, in seguito verificate (assenza di virus, di bug) dal marchio stesso per poi essere messe in vendita sull' Apple Store, garantendo un dividendo con l'autore in caso di vendita.
  • BlackBerry: è per l'utenza business ciò che Apple rappresenta per l'utenza privata. Il Must per eccellenza, capace di fidelizzare il proprio target di riferimento con soluzioni che i suoi competitori non sono in grado di offrire. BlackBerry al momento è leader di mercato per l'utenza business, che fa dei suoi modelli un' estensione naturale del proprio ufficio.
  • LG: il marchio ha interessi ramificati in più Mercati tecnologici. Sul Mercato dei Cellulari la scelta è stata di basso profilo, con l'intenzione di servire una fascia d'utenza prevalentemente consumer garantendosi spazio all'interno della fascia di mercato che lascia maggiori finestre di opportunità per quantità e interesse dei potenziali acquirenti.
  • HTC: Nata nel 1997 come azienda produttrice per Terze Parti, autorizzate a vendere i prodotti con il loro brand, ha fatto della ricerca tecnologica un Must d'avanguardia anticipando i tempi: nel 2002 produce i primi smartphone per O2; nel 2005 crea il primo smartphone basato su Android; nel 2007 sviluppa  il primo smartphone con interfaccia touch di nuova generazione ..
  • Motorola e Sony Ericsson: i brand che servono l'essenziale. Una larga fascia d'utenza del Mercato della Telefonia Mobile è soddisfatta quando acquista un cellulare con le funzioni base per stare al passo con i tempi e nulla di più. Differenza sostanziale tra i due brand, sono gli interessi diversificati della Ericsson rispetto a un Motorola più concentrato su modelli consumer dedicated.
  • Nokia e Samsung : leader consolidati del Mercato della Telefonia Mobile per varietà di modelli e di prestazioni e per diffusione capillare del brand. Ottimo riferimento per monitorare lo stato di salute del settore. Nokia ha una leadership consolidata, meno di "ieri", ma comunque marcata. Samsung risponde puntando sulle innovazioni tecnologiche.
Premessa generale ai Report che seguono è il punto d'osservazione da cui devono essere guardati. Il Mercato dell' Usato non è il Mercato della Telefonia Mobile ma ne costituisce solo un ramo. D'altra parte non può essere considerato un semplice segmento di settore, come spesso - per comodità - lo definiamo anche noi, perché risponde a regole proprie la cui interpretazione corretta è fondamentale per non essere fuorviati nell'analisi dei dati. La vendita di un cellulare nel nostro mercato di riferimento può essere correlata a cause differenti: il venditore non utilizza il cellulare, dimenticato nel cassetto; il venditore vuole disfarsi di un cellulare non funzionante; il venditore vuole disfarsi del suo vecchio modello di cellulare per acquistare un modello più recente o per passare a un'altra marca; il venditore raccoglie cellulari da terze parti per poi venderli in blocco. La vendita di un cellulare non rappresenta a priori una minore fedeltà rispetto a un marchio piuttosto che ad un altro, come nemmeno la decisione di passare a un nuovo modello. Qui entrano in gioco i profili generali ipotizzati a definire le utenze del brand e quelli dell'insieme di riferimento nel quale possiamo collocare il brand stesso.

Se Nokia e Samsung sono Market Leader del Mercato dei Cellulari.. Apple, BlackBerry e HTC sono la Must Generation che ha rinnovato il settore sia delle utenze private che delle utenze business. Al contrario LG, Motorola e Sony Ericsson sono più per la fascia consumer meno attenta ai dettagli ma decisamente esigente nel rapporto prezzo competitivo / durata del prodotto. Nel dettaglio i tre insiemi tracciati:


  • Market Leader [ Nokia, Samsung ] - la disponibilità di modelli in commercio è tale da garantire copertura praticamente per qualsiasi fascia d'utenza. Un forte disinteresse alla vendita dell'usato di marchi che hanno in circolazione un grande numero di prodotti per modello vecchi di anni, è spesso "garanzia" di un rinnovato interesse dei proprietari alla vendita di almeno un altro apparecchio in loro possesso correlabile al Must Generation.
  • Must Generation [ Apple, BlackBerry, HTC ] - è l'insieme che raggruppa i marchi che fanno tendenza, dei brand emozionali che legano più di altri il proprietario alla cultura dell'apparecchio di cui si fa testimonial convinto. Le motivazioni dietro la forte fidelizzazione sono differenti: mancanza di alternative valide per il tipo di servizi che si cercano; affidabilità e sicurezza dei servizi proposti; assistenza e garanzia sopra la media volentieri correlata all'appartenenza ad un gruppo sociale caratterizzato da stessi gusti tecnologici e dalla stessa passione per il brand, etc. Si vende un Must solo se è rotto o se si vuole reinvestire sulla nuova generazione.
  • Consumer [ LG, Motorola, Sony Ericsson ] - di solito è l'insieme più stabile. Le sue linee d'interesse spaziano sopra e sotto la soglia d'attenzione ma senza invasività e senza picchi d'incremento o decremento. Le utenze di questo insieme hanno necessità di apparecchi capaci di offrire quei servizi necessari per stare al passo con le necessità di comunicazione dei tempi moderni. Un forte incremento delle vendite denota l'interesse verso una novità che va oltre l'esigenza di fascia, abbattendone i paletti, mentre un forte decremento suggerisce una stagnazione del Mercato tra innovazioni tecnologiche di massa (e non di nicchia) e assenza di novità capaci di abbattere il disinteresse per prodotti fuori fascia.

Dal 30 Gennaio al 28 Febbraio, le utenze Apple che interagiscono sulla nostra piattaforma hanno effettuato vendite al di sotto della soglia d'attenzione - un valore fisso calcolato in base alle caratteristiche del brand e al suo insieme d'appartenenza, che determina se il volume di vendita generato da un marchio debba essere preso in considerazione dalle nostre query di ricerca. Dal 29 Febbraio al 12 Marzo, aumentano le vendite degli iPhone 3G e 3GS e della prima generazione di iPad ( 16gb, 32gb, 64gb, inclusi i 3g). Dal 13 Marzo al 26 Marzo, la vendita degli Apple torna sotto la soglia d'attenzione sebbene nell'ultima settimana presa a riferimento ci sia un incremento di vendita dell' 1.06% che interessa il modello iPhone4. La settimana che va dal 5 al 12 Marzo mostra un incremento non casuale d'azione degli utenti con la nostra piattaforma di vendita.

Il passaparola della data di lancio degli iPad 2 si propaga sul web e nella stessa forbice temporale annunciamo l'inizio a breve della nostra iniziativa La Primavera dell' iPad, muovendo il relativo comunicato prima in rete e poi sul nostro canale interno di diffusione dei nostri comunicati stampa. Dal 5 al 12 Marzo il grafico mostra una reazione da parte di utenze fidelizzate a tutti i B.O..

  1. Nokia, che per numero di modelli non ha rivali, tocca la punta minima con 16,36 punti percentuale in meno rispetto alla settimana precedenti. Un record storico per il nostro database, che testimonia un disinteresse atipico alla vendita dell'usato Nokia.
  2. L'incremento vendite di modelli LG e BlackBerry raccontano un interesse ugualmente atipico a disfarsi di due marchi che - per motivi differenti - solitamente si fanno notare poco nel nostro mercato.
  3. HTC mantiene un profilo basso, anche se la linea d'interesse si alza leggermente, preannunciando l'incremento che toccherà le ultime due settimane prese a riferimento.
  4. Sony Ericsson per caratteristiche di brand è molto simile, anche se per un altro insieme di riferimento, a Nokia, con un altro distinguo importante: Ericsson, più di Nokia, è brand fortemente impegnato nel sociale. Dunque, Ericsson rimane coerentemente sotto la soglia sebbene offra per costituzione una minor resistenza rispetto al Market Leader.
  5. Samsung risponde sulla falsa riga di Nokia, ma rispetto a Nokia la sua leadership è rinnovata e per questo i suoi valori sono da tempo standardizzati sopra la soglia d'attenzione.
  6. Per Motorola invece, l'incremento di vendita denota una probabile attenzione della sua utenza media alle novità di mercato.. cosa che si ripropone ciclicamente per questo marchio, in presenza di finestre d'opportunità interessanti. Non abbiamo possibilità di dimostrare che in questo caso l'interesse suggerito sia legato all'avvento dell' iPad 2.

Unendo i B.O. per insiemi di riferimento, otteniamo una lettura che conferma quello che i racconti dei singoli marchi ci fanno supporre.



Prendendo a riferimento il Market Leader, il grafico evidenzia come dal 5 al 12 Marzo l'interesse alla vendita dell'usato sia stato deciso per il Must Generation e interessante per il Consumer ma con un picco inferiore al Must. In conclusione, la predisposizione alla vendita degli utenti della nostra piattaforma ,durante il periodo preso in considerazione, ha seguito una traccia che suggerisce l'interazione di un evento esterno con la decisione di vendere o non vendere un marchio piuttosto che un modello preciso. L'attenzione alla vendita ha avuto un picco al 12 Marzo, meno di due settimane prima dell'uscita dell' iPad 2 in Italia. Questo è un dato. I tipi di modelli venduti per marchio, le linee d'interesse che hanno interessato i marchi tra il 5 Marzo e il 26 Marzo disegnano l'evento come un Must di nicchia che ha influenzato in minima parte i movimenti standard sulla piattaforma.  Resta però un margine aleatorio da considerare e che non possiamo ignorare proprio per le caratteristiche del servizio che proponiamo e per il punto d'osservazione (e di lettura) stabilito all'inizio.

L'aleatorietà è presente all'interno delle nostre casistiche e delle nostre analisi.
E' considerata nelle nostre analisi e nella lettura dei nostri report.
E' determinata dall'oggetto trattato.

Un cellulare, un apparecchio mobile in generale, per essere proposto sulla nostra piattaforma deve essere usato ma può essere anche mal funzionante oppure rotto. Non ci è dato sapere i motivi dietro il mancato uso di un cellulare, i perché che ne determinano il mal funzionamento, gli eventi che causano la rottura dell'oggetto. Non si può prevedere deterministicamente il numero medio di cellulari per marchio che interesseranno la piattaforma de Il Celluvale nelle prossime settimane. Si possono invece suggerire delle tracce di lettura di query d'analisi create attorno ad eventi esterni che interessano il nostro parco utenti. I fattori aleatori, allora, diminuiscono restando comunque dato d'analisi da non ignorare.

Analisi e Statistiche, Il Celluvale
Il telefonino usato ti fa guadagnare
Il Celluvale è un piattaforma branded
DinoLab, The Retronic Company.