Tassa di Soggiorno: No dai Giovani Albergatori di Federalberghi

Dal 4 al 7 Luglio 2011 è andato in scena il tradizionale appuntamento annuale del Comitato Nazionale Giovani Albergatori (CNGA) di Federalberghi. Priorità in agenda: no deciso alla Tassa di Soggiorno. Dai Trulli di Alberobello alle scogliere di Polignano. Dalla costa di Monopoli a Borgo Egnazia di Savelletri, la Puglia ha ospitato il Convegno Nazionale dei Giovani di Federalberghi. Prove generali per il Business Meeting 2011 di Mosca.

Sono arrivati da tutta Italia. I Giovani di Federalberghi si sono dati appuntamento in Puglia per il Meeting Estivo 2011 del CNGA, spinti dalla necessità di un confronto aperto su tematiche necessarie per mantenere forte la spinta propositiva del business turistico Made in Italy. Tra le priorità in agenda anche la Tassa di Soggiorno, "sana dimostrazione di come le realtà politico economiche che credono nell'applicabilità della stessa non riescono a comprendere l'effetto inverso che creerà perdite a cascata nei comparti della filiera turistica" - dichiara Leonardo Cardone, Presidente regionale dei Giovani Albergatori, attivo protagonista dell'evento incorniciato dalle sponsorizzazioni di alcune tra le più importanti aziende che forniscono le strutture alberghiere italiane.

Per noi di FAS ITALIA, già sponsor del IV CNGA, la Tassa di Soggiorno è un gabello che pesa inutilmente sul settore turistico e che penalizza non solo le strutture alberghiere che accolgono il turismo cittadino ma anche tutte quelle strutture ricettive impegnate nell'organizzazione di eventi, meeting, congressi, ricaricando sugli organizzatori (e quindi sui partecipanti) un contributo comunale che porterà a una probabile riduzione dell'organizzazione di iniziative aperte al pubblico. Non dimentichiamo che la fortuna di un evento - in particolar luogo di un evento B2B sinergico - è fondata sulla gratuità dello stesso a fronte di un calendario capace di soddisfare le esigenze dei partecipanti. Ricaricare un gabello comunale sulle prospettive di business di un'azienda significa ridurre l'appeal dell'evento verso potenziali investitori, sponsor e aziende.

Per Federalberghi la Tassa di Soggiorno costituisce un deterrente alle iniziative dedicate al business turistico. Il Mercato del Turismo è tornato propositivo dopo anni di crisi e arriva una Tassa balzello difficilmente giustificabile. "Questa tassa" - commentava Bernabò Bocca, Presidente di Federalberghi, a inizio Marzo 2011 - "dovrà pagarla chi dorme fuori casa non solo per vacanza, ma anche se in viaggio per lavoro o per motivi di salute e, paradosso dei paradossi, anche se residente nello stesso comune dove se, per qualsivoglia motivo, dovesse soggiornare". Per Federalberghi la tassa "non aiuta la ripresa economica ed anzi ci allontana da quell'alleggerimento della pressione fiscale su imprese e lavoro che da sempre andiamo reclamando". Particolare riferimento all' IMU che "arrecherà aumenti di costo per le imprese alberghiere pari al 18% rispetto a quanto attualmente sopportano per l'ICI".


[ N.d.R ] IMU (Imposta Municipale Unica) è l'Imposta che dal 2014 sostituirà l'ICI (Imposta Comunale Immobili) e le addizionali IRPEF (Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche), già prevista nella nuova manovra economica del Governo. L'IMU include l'Imposta riservata ai Turisti e, in generale, a qualsiasi persona residente o non residente che fa uso dei servizi erogati dalla strutture ricettive. Dunque, una Tassa di Soggiorno dedicata al Turista che costringe le strutture ricettive a adeguare i loro listini alle esigenze della cassa comunale deputata alla raccolta dell'Imposta federale. La Tassa sul Soggiorno - che fa parte delle iniziative promosse dal Federalismo fiscale - ha lo scopo di creare cassa per migliorare la vita della collettività con investimenti diretti sull' ambiente e le infrastrutture.

Il Progetto Europa dei Giovani Albergatori Italiani di Federalberghi è una di quelle iniziative che alla lunga potrebbero essere minacciate dal deterrente fiscale.

Dal 4 al 7 Ottobre 2011, i Giovani Albergatori di Federalberghi saranno a Mosca con la loro iniziativa Progetto Europa. Il Business Meeting Mosca 2011 è un banco di prova importante per i Giovani Albergatori, che considerano l'evento come la prima vera occasione di business tangibile e misurabile. La scelta della Russia va oltre le dinamiche di mercato tradizionali: l'anno della cultura Italiana in Russia diventa opportunità di business e momento fondamentale per il Progetto Europa, il cui obiettivo è quello di fare interagire tutte quelle macro aree internazionali di principale interesse per il CNGA. "L'imperativo che fungerà da filo conduttore per il progetto Europa sarà quello di poter dare a tutti i partecipanti l’opportunità di portare a casa qualcosa di molto concreto nelle mani, nello stomaco" - spiega Francesco Filippi, Coordinatore Progetto Europa CNGA -"In questo caso mi sono detto, partiamo dal far valutare a tutti l’opportunità di cogliere l’occasione data dai miei rapporti personali con alcuni operatori per creare privatamente un 'Work Shop dedicato' dove andiamo a presentare la vera e propria offerta Italiana del segmento CNGA-Federalberghi e lo facciamo in un mercato che è in continua espansione e che ha suscitato interesse per le città d’arte, il mare e la montagna, un evento unico nel suo genere ed unico per la nostra organizzazione".