fbpx

Ipotesi privacy di un passaporto sanitario globale?

L’ipotesi Ue per il passaporto sanitario al 15 giugno, isole covid-free per il rilancio ‘economico’ di un’estate che non sia una replica della pausa tra le prime due ondate pandemiche del 2020. La priorità è quella di un ritorno alla normalità produttiva oggi minata da una recessione economica che sta coinvolgendo anche i tessuti finanziari globali.

Il passaporto vaccinale per il “rilancio dell’economia” in prospettiva estate 2021 è tra le priorità d’agenda dei governi occidentali. Negli USA, l’amministrazione Biden propone l’idea di un passaporto digitale gratuito e disponibile per app. Sul progetto convergono diverse agenzie governative coordinate dalla Casa Bianca a causa dell’impatto sociale che il passaporto avrà su diversi aspetti della vita delle persone. La speranza promossa dal presidente Biden è che il popolo americano possa tornare alla normalità entro il prossimo Natale. Se i passaporti vaccinali sono considerati la chiave per un progressivo ritorno alla normale quotidianità, è anche per la pressione delle filiere turistiche verso lo sviluppo di un sistema uniforme che non sia accettabile solo su territorio nazionale. I passaporti sanitari devono avere valenza internazionale, ed è quanto si propongono in concerto le amministrazioni dei governi occidentali.

La notizia diffusa ieri dal Washington Post trae spunto da indiscrezioni fornite da cinque alti funzionari del governo Biden a cui è stato garantito l’anonimato. L’ipotesi del passaporto vaccinale digitale nasce all’interno del Dipartimento della Salute e dei Servizi Umani in collaborazione con l’ufficio preposto alla tecnologica dell’informazione sanitaria. Il coordinamento del progetto è stato affidato a Jeff Zients, a capo della task force anti-covid del governo USA: “Il nostro compito è quello di contribuire a sviluppare tutte quelle soluzioni semplici, gratuite, open source, accessibili sia digitalmente che su carta in pieno rispetto della privacy delle persone” – affermava Zients a inizio marzo, citando il Post. Lo sviluppo delle app, secondo la CNN era stato demandato a diverse aziende dei maggiori gruppi tecnologici statunitensi. L’app per device mobili permette di caricare tutti i dettagli dei test vaccinali creando le credenziali digitali.

Il concerto tra le amministrazioni dei paesi occidentali non sta nella fruibilità delle credenziali quanto nella loro valenza internazionale. Lo scopo è quello di permettere alle persone con certificazione digitale di partecipare ad eventi, aggregazioni sociali su territorio nazionale e di permettere viaggi e spostamenti internazionale. Sul tavolo della pianificazione allora trova contesto la proposta di una smart card quale “via di mezzo tra i tradizionali certificati di vaccini cartacei e una versione online più facile da memorizzare e riprodurre“. Sulla stessa linea, l’ipotesi dell’Unione europea con l’indicazione di una possibile data di lancio del passaporto vaccinale al 15 giugno. Il ritorno alla normalità produttiva velocizzando le campagne vaccinali è ad oggi l’unica soluzione per rispondere alla realtà di una recessione economica che ha aggredito tutti i tessuti produttivi mondiali che definiscono i PIL nazionali.

Gli aiuti forniti non possono sopperire alla mancanza di lavoro. Draghi ha colto nel segno: gli aiuti finiscono. Poi di che aiuti parliamo se all’albergo o all’impresa nati a metà del 2019 – di qualunque dimensione – toccano appena 2000 euro e poi più nulla! Di quali ristori parliamo se quel denaro va via con tre bollette emesse a consumo zero? E chi ha una struttura più organizzata ed “anziana” con un fatturato 400/500 mila euro? Il ristoro non arriva a 10mila, vogliamo parlarne? – Giovanpaolo Innocenti, Consorzio Firenze Albergo: basta immobilismo
PR Intruder Press

PR Intruder Press

Composta da comunicatori, pubblicisti e giornalisti sotto l’egida della nostra Legacy, Intruder Press è la firma collettiva delle notizie pubblicate su Oggi quando scritte, o aggiornate, da più firme.

Questo articolo è pubblicato con licenza Creative Commons BY-NC-ND 4.0 e sotteso alla nostra Licenza di pubblicazione, che ti invitiamo a leggere se vuoi utilizzarlo per creare opere derivate. Vigilanza e controllo studio legale S&P

Woman’s rights are Human Rights è uno dei claim che accompagna Operation Jane – l’immagine di copertina è un fotogramma del …

Un mutuo concesso ad un soggetto (fisico o giuridico) che non ha …

The Intruder News ( Intruder ) utilizza cookie di terze parti per garantire la sicurezza del sito e per fornire all'utente la miglior esperienza di navigazione possibile. I dati sono raccolti in forma anonima e in norma al Regolamento Ue (RGPD) in materia di protezione dei dati personali. Continuando ad utilizzare l'Intruder dichiari di aver preso visione della nostra informativa sulla privacy
ok
The Intruder News