fbpx

Rumors: clickbait sull’attacco ransomware alla Regione Lazio

Share on facebook
Share on twitter
Share on print

72 ore per ripristinare i servizi di prenotazione vaccinale e l’anagrafe vaccinale, comunicava ieri la Regione Lazio, specificando che “sono stati isolati e messi in sicurezza in appositi cloud tutti i dati dei servizi che non sono stati attaccati, come i dati sanitari“. L’ampiezza dell’attacco ransomware alla Regione, un tweet regionale alla volta: sono attivi i servizi del centro trasfusionale: “i dati del bilancio regionale sono in sicurezza“, mentre entro fine agosto “saranno riattivati anche i sistemi di pagamento regionale“. Una comunicazione alla volta, la Regione conferma che il sistema attaccato non rispettava le norme minime di sicurezza ICT indicate dall’AgID, tra i temi trattati ieri in Copasir.

L’attacco ha coinvolto anche l’unico backup del sistema informatico, cifrandolo e rendendolo inutilizzabile, informava l’assessore alla Sanità Alessio D’Amato. Nelle stesse ore si diffondeva il rumor per cui il ransomware coinvolto non fosse LockBit 2.0 ma RansomEXX. Le nuove ipotesi sul tipo di malware seguivano rumors diffusi da fonti interne ai quadri del CED. “Hello Lazio!”: secondo i rumors iniziava così il messaggio che accompagnava la richiesta di riscatto del RansomEXX. Una richiesta anomala, visto che la pagina su cui puntava il link onion non riportava alcun dettaglio su somma e specifiche di pagamento. I rumors poi avrebbero riportato sul LockBit 2.0 l’ipotesi del ransomware utilizzato.

Aggiornamento 19:02 | Yes VPN LazioCrea + 2 actors at the same times. Looks like a misdirection to hide the real actor - JAMESWT (@JAMESWT_MHT) August 3, 2021 | https://twitter.com/JAMESWT_MHT/status/1422663719029514245 (rimosso) - twittava l'account di Difesa & Sicurezza in risposta ad un tweet in cui si dava credito al rumors RansomEXX piuttosto che al LockBit 2.0.

Senza informazioni certe a disposizione, la stampa nazionale ha provato a battere tutte le piste ipotizzabili. Allo stesso modo quella più vicina all’informazione regionale come Il Messaggero in storytelling su piste russe. Immancabili i titoli ironici sulle cause dell’hackeraggio del sistema regionale: “Il tragico autogol del Lazio. L’attacco hacker era una bufala“, twitta Il Tempo insieme al precedenteAttacco hacker? L’impiegato abbocca all’offerta e la Regione Lazio va ko“, per poi specificare nei contenuti degli articoli che l’hackeraggio c’è stato ma che non si tratta di un atto terroristico come dichiarato dal solo Nicola Zingaretti, presidente della Regione Lazio. Non una notizia sulle responsabilità di LazioCrea.

“A meno di 24 ore dalla notifica del provvedimento la Procura di Roma ha fatto un passo indietro e, in tempi …

Percezione pandemia: Olanda

La percezione spinta da chi propaga l’irrealtà di costrizioni inopportune per fronteggiare la diffusione di varianti Covid si scontra non solo …

A bit of Epik Facts

“Una violazione come questa costringerà alcuni di questi attori a trovare fornitori di sicurezza al di fuori del Nord America” per …

Il titolo è parte del Comunicato di redazione Open del 21 settembre conseguente le intimidazioni di cui è stato oggetto David …

:
The Intruder News ( Intruder ) utilizza cookie di terze parti per garantire la sicurezza del sito e per fornire all'utente la miglior esperienza di navigazione possibile. I dati sono raccolti in forma anonima e in norma al Regolamento Ue (RGPD) in materia di protezione dei dati personali. Continuando ad utilizzare l'Intruder dichiari di aver preso visione della nostra informativa sulla privacy
ok
The Intruder News