fbpx

IMF, WTO, WHO: divergenza in atto su risposta globale Covid-19

Share on facebook
Share on twitter
Share on print

Banca Mondiale, Fondo Monetario Internazionale (IMF), Organizzazione Mondiale del Commercio (WTO) e Organizzazione Mondiale della Sanità (WHO) richiedono una risposta globale urgente per velocizzare le campagne vaccinali nei paesi a basso e medio reddito: “le difficoltà di accesso ai vaccini stanno causando pericolose divergenze” – allerta IMF rilanciando le conclusioni della terza riunione del Multilateral Leaders Taskforce (MLT) sul Covid-19, 27 agosto. “La campagna vaccinale globale sta progredendo a due velocità allarmanti. Meno del 2% degli adulti ha concluso il ciclo di vaccinazione nei paesi a basso reddito rispetto a quasi il 50% dei paesi ad alto reddito“.

La maggior parte dei paesi in grave ritardo si trova in Africa, prosegue il comunicato stampa IMF denunciando l’impossibilità di accesso ai vaccini come prima causa della divergenza che mette in pericolo sia “gli obiettivi globali del 10% di copertura in tutti i paesi entro settembre e del 40% entro la fine del 2021” che l’obiettivo dell’Unione africana del 70% entro il 2022. L’iniquità delle campagne vaccinali, le cui conseguenze economiche erano state oggetto di analisi Moody’s in allerta a fine luglio e della cui pericolosità il comitato WHO aveva dedicato lo statement del 15 luglio, “sta determinando una pericolosa divergenza nei tassi di sopravvivenza del Covid-19 e nell’economia globale“.

Gli effetti della divergenza si stanno manifestando anche in analisi dataset. “In Europa la forbice tra nuovi casi e nuovi decessi, apertasi grazie ai vaccini, si sta chiudendo. I casi scendono da un mese. I decessi continuano a crescere” – documenta in infografica Matteo Villa, ricercatore ISPI – “È lo sviluppo più preoccupante da inizio campagna vaccinale“. Le possibili cause indicate da Villa sono coerenti all’allerta MLT: “maggior severity di Delta, che ormai sembra acclarata; calo efficacia vaccinale nel tempo“. Le conclusioni della riunione MLT convergono sulla necessità di una risposta rapida ed urgente nei programmi di consegna COVAX e AVAT e nel rispetto degli impegni assunti dal G7.

  • MLT chiede ai produttori di vaccini di dare immediata priorità all'adempimento dei loro contratti con COVAX e AVAT e di garantire previsioni di fornitura regolari e chiare.
  • Gli impegni del G7 riguardano: lo scambio dei programmi di consegna per i paesi in possesso di scorte vaccinali elevate; il supporto alle forniture ausiliare attualmente coperto al 10% sulle 900 milioni di dosi impiegate.
  • L'impegno globale ad ora disatteso riguarda l'eliminazione delle restrizioni e delle barriere commerciali sulla produzione e lo scambio dei vaccini.

“A meno di 24 ore dalla notifica del provvedimento la Procura di Roma ha fatto un passo indietro e, in tempi …

Percezione pandemia: Olanda

La percezione spinta da chi propaga l’irrealtà di costrizioni inopportune per fronteggiare la diffusione di varianti Covid si scontra non solo …

A bit of Epik Facts

“Una violazione come questa costringerà alcuni di questi attori a trovare fornitori di sicurezza al di fuori del Nord America” per …

Il titolo è parte del Comunicato di redazione Open del 21 settembre conseguente le intimidazioni di cui è stato oggetto David …

The Intruder News ( Intruder ) utilizza cookie di terze parti per garantire la sicurezza del sito e per fornire all'utente la miglior esperienza di navigazione possibile. I dati sono raccolti in forma anonima e in norma al Regolamento Ue (RGPD) in materia di protezione dei dati personali. Continuando ad utilizzare l'Intruder dichiari di aver preso visione della nostra informativa sulla privacy
ok
The Intruder News