mercoledì 03 marzo 2021 in Mercato Immobiliare
Gli ultimi dati del Borsino immobiliare hanno dimostrato che la classe energetica di un immobile può impattare fino a 600 euro per metro quadrato sul valore di una casa. Nello specifico possiamo paragonare un immobile in classe energetica G rispetto ad un immobile in classe energetica A e avere quindi una differenza del 30% del valore euro metro quadro. Ad uno sguardo superficiale questo tipo di case può apparire più onerosa delle altre ma un immobile classe A4 in venti anni può far risparmiare fino a 35.000 euro sulle bollette. Le nuove normative e la transizione ecologica sostenuta dall'Unione europea renderà sempre meno conveniente l'investimento su case in classe energetica bassa favorendo la tenuta di mercato per quelle in classe alta.